Atp, si torna in Europa. Mosca, Stoccolma e Vienna danno il via allo sprint finale per il Masters

Presentazione dei tornei della settimana. Si gioca a Mosca e Stoccolma (Atp 250) e Vienna (Atp 500). Seppi e Fognini impegnati in Austria, Bolelli in Russia.

Atp, si torna in Europa. Mosca, Stoccolma e Vienna danno il via allo sprint finale per il Masters
Atp, si torna in Europa. Mosca, Stoccolma e Vienna danno il via allo sprint finale per il Masters

Conclusasi anche la parentesi asiatica, con Novak Djokovic trionfatore nei due tornei di Pechino (Atp 500) e Shanghai (Masters 1000), il circuito tennistico maschile torna a respirare l'aria della Vecchia Europa, dove già a partire da domani prenderanno il via tre classici tornei indoor. Oltre agli Atp 250 di Stoccolma e Mosca, si giocherà infatti anche a Vienna, in un 500 che promette di dare molte risposte ai candidati alla qualificazione al prossimo Masters. Ma vediamo nel dettaglio cosa ci attende nel corso della prossima settimana.

Stoccolma. Sono Tomas Berdych e Richard Gasquet le prime due teste di serie del torneo indoor svedese, che avrà ai nastri di partenza anche Grigor Dimitrov, Bernard Tomic, Gilles Simon, Adrian Mannarino, Jack Sock, Thanasi Kokkinakis e Jeremy Chardy, tutti a caccia del titolo che l'anno scorso fu conquistato proprio da Berdych. Leonardo Mayer e Fernando Verdasco si candidano invece come outsider del seeding di Stoccolma, che dovrebbe vedere giungere ai quarti le seguenti teste di serie (posto che i pronostici dettati dal posizionamento nel ranking Atp vengano tutti rispettati):

Berdych - Dimitrov

Tomic - Muller

Sock - Simon

Chardy - Gasquet

Vienna. Il torneo più importante della settimana - per punti e montepremi - si gioca in Austria, sul veloce indoor di Vienna, dove è David Ferrer la prima testa di serie, in cerca di riscatto dopo la prematura eliminazione patita a Shanghai. Nella parte bassa del tabellone troviamo invece Kevin Anderson, protagonista di un buon finale di stagione. Gli altri big sparsi per il seeding austriaco sono invece Jo-Wilfried Tsonga (fresco finalista in terra cinese), Gael Monfils, Ivo Karlovic, John Isner e il beniamino di casa Dominik Thiem. Ottava testa di serie è Fabio Fognini, atteso all'esordio dal francese Paul-Henri Mathieu, mentre Paolo Lorenzi se la vedrà in un debutto non impossibile con l'americano Ram. Più sfortunato Andreas Seppi, costretto subito a fronteggiare il bombardiere croato Ivo Karlovic. Gulbis, Janowicz e Dolgopolov sono le mine vaganti di un torneo che l'anno scorso ha visto trionfare lo scozzese Andy Murray. Questi i virtuali quarti di finale:

Ferrer - Fognini

Tsonga - Monfils

Karlovic - Isner

Thiem - Anderson

Mosca. Chiude il trittico settimanale il torneo di Mosca, che si disputerà anch'esso su un tappeto indoor. Per parco partecipanti si tratta della competizione meno prestigiosa dei prossimi sette giorni, ma sono presenti anche qui motivi d'interesse come la corsa di Marin Cilic verso il Masters londinese, e la presenza di molti giovani di talento. Borna Coric, Joao Sousa, Pablo Cuevas, Philip Kohlschreiber, Roberto Bautista Agut, Viktor Troicki e Mikhail Kukushkin le altre teste di serie oltre al croato vincitore degli Us Open 2014. Per gli italiani c'è Simone Bolelli, atteso all'esordio contro il francese Lucas Pouille. Il torneo di Mosca è stato vinto nella scorsa edizione proprio da Marin Cilic in finale su Bautista Agut. Ecco i quarti di finale virtuali:

Cilic - Kukushkin

Troicki - Coric

Cuevas - Kohlschreiber

J. Sousa - Bautista Agut


Share on Facebook