Challenger Ortisei, primo turno: bene gli italiani, subito fuori Brown

A Ortisei, in Val Gardena, si gioca il primo di tre challenger sul veloce indoor che concludono la stagione. Nel primo turno del tabellone principale avanzano ben sei italiani.

Challenger Ortisei, primo turno: bene gli italiani, subito fuori Brown
Rajeev Ram,31 anni,numero 99 del mondo degli Stati Uniti,gioca a Ortisei l'ultimo torneo della sua stagione per mettere al sicuro il suo posto nel tabellone degli Australian Open 2016.

Il tennis torna in Italia per tre challenger sul duro indoor, che mettono in palio punti pesantissimi nel finale di stagione. Ultima occasione per i giocatori a ridosso della top cento per raggiungere il tabellone principale degli Australian Open 2016 e per quelli a ridosso della top 250 che cercano un posto nelle qualificazioni. Inoltre dal prossimo anno gli ATP 250 avranno un tabellone di qualificazioni a sedici giocatori invece che trentadue, quindi sarà necessario un ranking abbastanza alto per partecipare a qualsiasi torneo della categoria maggiore.

Prima testa di serie nella suggestiva Val Gardena è Ricardas Berankis, lituano molto talentuoso, numero settantasei del mondo, mentre la seconda è stata assegnata al russo Evgeny Donskoy, numero novantaquattro del ranking. Entrambi hanno passato il primo turno a fatica in tre set, e soprattutto il primo ha dato vita a una bellissima partita con il giovane tedesco Maximilian Marterer, estremamente competitivo in queste condizioni di gioco, che si è arreso 7-6(4) 6-7(4) 6-3 dopo due ore e undici minuti di gioco. Dura sconfitta per la quarta testa di serie Dustin Brown, il cui serve and volley è stato scardinato dagli ottimi passanti del bosniaco Aldin Setkic, avversario temibile sul veloce, che ha vinto a sorpresa per 6-3 6-7(3) 6-3 recuperando un break di svantaggio nel terzo set. Troppi errori del tedesco, soprattutto da fondocampo, spesso anche abbandonato dal servizio, che dovrà sperare in due grandi piazzamenti a Brescia e Andria per accedere direttamente al main draw dello slam australiano. Buon esordio per l'americano Rajeev Ram, terza testa di serie e numero novantotto della classifica, che ha eliminato senza troppi problemi il croato Nikola Mektic 6-4 6-4, in un match in cui ha mostrato una buona solidità e un serve and volley che sarà difficilmente neutralizzabile sui rapidi campi di Ortisei.

Ottime prove per i tennisti di casa, ben sei accedono al secondo turno. Bella vittoria di Salvatore Caruso, che ha sconfitto facilmente l'ucraino Denys Molchanov 6-4 6-2 e di Alessandro Giannessi, che ha vinto una vera e propria battaglia con il lituano Laurynas Grigelis, ben più accreditato sulle superfici veloci, 6-4 6-7(3) 7-6(0). Avanzano Luca Vanni che batte il ceco Jan Hernych 7-6(3) 6-3, la wild card Lorenzo Sonego che vince il derby con Edoardo Eremin 6-4 6-1 e il milanese Andrea Arnaboldi che approfitta di una giornata no di Lorenzo Giustino, autore di dieci doppi falli e che perde 6-1 6-2 da un avversario che ha messo in campo appena il 27% di prime palle. Vince a sorpresa un altro derby italiano Erik Crepaldi contro Roberto Marcora, a cui non sono bastati diciotto ace, 6-7(4) 6-4 7-5, mentre esce subito la quarta wild card Dmitry Tursunov, sconfitto dal qualificato Maximilian Neuchrist 7-5 5-7 6-2.


Share on Facebook