ATP Rio De Janeiro, Fognini e Lorenzi al secondo turno: battuti Bedene e Cecchinato

Buon esordio di Fabio, finalista qui lo scorso anno, che regola il britannico Bedene con il punteggio di 7-5 6-3. Paolo Lorenzi, invece, si aggiudica il derby con Cecchinato in tre set.

ATP Rio De Janeiro, Fognini e Lorenzi al secondo turno: battuti Bedene e Cecchinato
ATP Rio De Janeiro, Fognini e Lorenzi al secondo turno: battuti Bedene e Cecchinato

Buona la prima per Fognini che, sceso in campo un giorno di ritardo a causa della pioggia che si è abbattuta ieri nella città brasiliana, vince in due set contro Bedene con il punteggio di 7-5 6-3.

Partita tuttavia non banale, perchè il ligure non è entrato nel match molto bene, complice soprattutto una percentuale di prime palle in campo inferiore al 40%. Si spiega così il break che Fabio subisce sul 2-2, nell'unica palla buona concessa all'avversario nell'intero set. E dall'altra parte, invece, Bedene ha iniziato il match con percentuali altissime, sia con la prima che con la seconda palla. Sul 5-4 in suo favore, però, il blackout: con un errore dietro l'altro si ritrova 0-40 e Fognini sfrutta subito l'occasione per rientrare in corsa nel set e, per completare l'opera, sotto 6-5 concede nuovamente una palla break, che stavolta è anche set point, e con un doppio fallo regala il primo parziale all'azzurro.

Anche il secondo set inizia in salita per Fabio, che cede subito la battuta e va sotto 2-0 ma, mettendo in campo tutto il suo talento nel momento giusto, prima pareggia i conti sul 2-2 e poi mette la freccia portandosi in vantaggio per 5 giochi a 2. Quando arriva a servire per chiudere il match non trema e, dopo un'ora e trentaquattro minuti di gioco, chiude la pratica e si regala il secondo turno contro il vincente di Gimeno Traver-Monaco.

Continua sulla scia dell'ottimo inizio di stagione Paolo Lorenzi, che supera il connazionale Cecchinato in una lotta di due ore con il punteggio di 6-4 3-6 6-1. Dopo un primo set da incorniciare nel quale il senese ha concesso le briciole col proprio servizio e vinto con un break ottenuto nel terzo gioco, nel secondo il giovane palermitano trova più continuità con la propria battuta e i colpi da fondo mentre Lorenzi, stacanovista in questo inizio di anno, appare più affaticato. Sul 4-3 per Cecchinato, il senese concede la prima palla break dell'incontro che gli costa carissima, visto che cede il servizio e,con il gioco successivo, anche il secondo parziale, rimandando tutto al terzo e decisivo set.

Nel terzo parziale, con la lancetta del carburante in riserva, Lorenzi mette in campo tutta l'esperienza dei suoi 34 anni e, dopo aver salvato una pericolosa palla break nel primo turno di battuta, dall'1-1 mette a segno una serie di 5 giochi consecutivi che gli regalano la vittoria e il secondo turno contro l'argentino Delbonis.


Share on Facebook