ATP Challenger - Biella incorona Krajinovic, Pedro Sousa trionfa a Liberec

Il serbo batte Caruso nell'atto finale, Sousa su Clezar in Repubblica Ceca

ATP Challenger - Biella incorona Krajinovic, Pedro Sousa trionfa a Liberec
Krajinovic - Fonte: @ATPChallengerTour / Twitter

Come ogni lunedì, torna la rubrica firmata Vavel Italia che fa luce sul mondo Challenger. Caldo torrido, ma non solo; la prima settimana di Agosto - infatti - porta in grembo una carrellata di tornei, precisamente 5. Di seguito, parleremo di Biella e Liberec; nell'altro recap spazio a Chengdu, Lexington e Segovia. 

Challenger Biella ($106.000)

Altra tappa in Italia per il mondo Challenger, stavolta di scena in Piemonte, Biella, per il "Thindown Challenger Biella". Il torneo perde subito il recente vincitore ad Amburgo - ATP 500 - Leonardo Mayer, per una tendinite alla spalla destra, ma può contare sulla folta spedizione azzurra. A tal proposito, sono 15 i giocatori del Bel paese - appena poco meno della metà dei partecipanti - ma soltanto due di loro - Cecchinato, Travaglia - sono TDS. Le prime due forze del tabellone sono il nostro Marco Cecchinato e l'iberico Guillermo Garcia-Lopez, chiamati ad un percorso tortuoso ed astruso per arrivare sino in fondo. L'azzurro supera due connazionali: il Q Marcora e la WC Rondoni, prima di capitolare contro un debordante Filip Krajinovic. Nello spicchio di tabellone sottostante, invece, Garcia-Lopez supera lottando Sonego, ma si arrende all'ottima prova di Salvatore Caruso. Gli esattori della TDS N°1 e 2, si ritrovano nell'atto finale: non c'è storia, il serbo - senza aver perso un set - trionfa 6-3 6-2 vincendo il suo 7° titolo Challenger, terzo quest'anno.

Fonte: Anna Mlletti
Fonte: Anna Mlletti

Challenger Liberec ($43.000)

In Repubblica Ceca va in scena lo "Svijany Open 2017, Challenger con montepremi da 43.000 mila euro. Ai nastri di partenza, prevalenza di tennisti di casa, con un pizzico d'Italia grazie alla presenza nel main draw di Riccardo Bellotti. La TDS N°1 è il ceco Adam Pavlasek, che regna nella parte alta del tabellone. Sotto c'è Otte Oscar a giudare la carrellata di tennisti. Si rivedono Robredo e Rosol, riflettori anche per il portoghese Sousa. Pavslaek presta subito il fianco al Q Juan Pablo Ficowich, mentre Otte supera agilmente Rikl e Brands, prima di cedere alla freschezza tennistica di Guilherme Clezar. Quest'ultimo raggiunge la finale, ad attenderlo un Pedro Sousa in stato di grazia, capace di spazzare via nettamente Kamke ai QF. Finale combattuta; primo set di marca portoghese, poi la prova di forza del brasiliano fa scivolare il match al terzo. 6-2 del classe '88. Dopo la recente sconfitta al torneo di Tampere, P. Sousa si riscatta vincendo il suo 2° titolo Challenger nel 2017 


Share on Facebook