Atp Pechino, Nadal piega Dimitrov ed è in finale con Kyrgios

Lo spagnolo la spunta sul bulgaro al terzo, l'australiano doma il tedesco in due parziali.

Atp Pechino, Nadal piega Dimitrov ed è in finale con Kyrgios
Rafa Nadal. Fonte: ChinaOpen/Twitter

Prosegue anche sul cemento la grande stagione di Rafa Nadal, numero uno al mondo e recente vincitore degli US Open. Il mancino di Manacòr ha battuto oggi in semifinale al China Open, Atp 500 in corso di svolgimento a Pechino, il bulgaro Grigor Dimitrov, testa di serie numero tre, piegandone la resistenza al terzo set, e qualificandosi così per la finale di domani, dove affronterà l'australiano Nick Kyrgios, che ha invece sconfitto il secondo favorito del tabellone, il tedesco Alexander Zverev, regolato con lo score di 6-3 7-5. Quella di domani sarà la quinta sfida tra Nadal e Kyrgios: parità nei precedenti, 2-2, con il giovane aussie che ha vinto l'ultimo incontro, nei quarti di finale del Master 1000 di Cincinnati. 

La prima semifinale, tra Nadal e Dimitrov, inizia subito con uno scambio spettacolare, chiusa a rete dal maiorchino sul suo turno di servizio. Replica il bulgaro, con un paio di accelerazioni di dritto, e il punteggio rimane in parità fino al quarto game, quando lo spagnolo trova il break dopo un'ottima difesa di rovescio, colpo sul quale il rivale picchia senza sosta, trovando però un muro davanti a sè. Sul 4-2 il mancino di Manacòr annulla due palle break al bulgaro, costretto ancora a inseguire e in difficoltà nel contrastare il gioco del numero uno al mondo. Il primo set si chiude così con lo score di 6-3, con Dimitrov che spedisce lunga una risposta in back di rovescio. Il parziale successivo si apre con un game horror della testa di serie numero tre, che perde a zero in apertura il servizio (clamoroso l'errore di dritto a campo aperto sulla palla break). Nadal vola 2-0 e ha anche a disposizione una palla del 3-0, ma il bulgaro la annulla con un dritto vincente: qui il match sale di colpi, Dimitrov spreca ancora ma intanto inizia a dare spettacolo, soprattutto nei pressi della rete. Dopo un altro tentativo, ecco il controbreak, con il set che si riapre e si chiude in volata. Sul 4-4 Dimitrov tiene il servizio, mentre nel game successivo Nadal concede un set point, che il rivale converte con un passante di rovescio, dopo un'incertezza al volo dello spagnolo. Ma si tratta dell'ultimo guizzo del bulgaro, che nel terzo set paga le fatiche della rimonta, si fa breakkare immediatamente, non riesce a restituire il favore, e in un lampo si ritrova sotto 4-0. Il numero tre del tabellone avrebbe una chance di rientrare in partita sul 4-1 0-40 servizio Nadal, ma il maiorchino cancella tutte e tre le opportunità del rivale, finendo per vincere con lo score di 6-1. 

Nadal (1) - Dimitrov (3) 6-3 4-6 6-1

Nella seconda semifinale si incontrano due giovani di gran talento, già presente del circuito maschile, come Alexander Zverev, numero due del seeding cinese, e Nick Kyrgios, testa di serie numero otto. Entrambi sbagliano pochissimo al servizio in apertura di match, concedendo le briciole nei rispettivi turni di battuta. Il tedesco è il primo ad avere un'occasione di break, sciupandola a metà del primo parziale, mentre nell'ottavo game l'australiano approfitta di un doppio fallo del rivale per mettere la testa avanti e chiudere il set con lo score di 6-3. Vantaggio importante per Kyrgios, che comincia a giocare in maniera più sciolta, sciorinando il meglio del repertorio dei suoi caratteristici colpi spettacolari, mentre Zverev si innervosisce e si contrae, costretto a una difficile rimonta contro un avversario in palla e per una volta estremamente concentrato. Il tedesco è abile ad annullare due palle break all'alba del secondo set, ma la partita sembra comunque sfuggirgli dalle mani, nonostante il punteggio rimanga a lungo in equilibrio. Sballottato a destra e a manca dalla potenza dei colpi dell'australiano, Sascha prova a riordinare le idee in vista del rush finale, ma il suo gioco è meno fluido rispetto a quello dei giorni migliori. E' così che la conclusione in volata premia ancora una volta Kyrgios, anche perchè dal decimo gioco in poi, Zverev torna ad essere estremamente falloso, concedendo la vittoria all'australiano, che con questo successo sale 3-1 negli head to head con il tedesco, e domani si giocherà un titolo importante anche in ottica Master di Londra contro il numero uno al mondo. 

Kyrgios (8) - A. Zverev (2) 6-3 7-5

ATP