News from WTA: la Williams trionfa a Wuhan, sorpresa Hibino a Tashkent

Nonostante le condizioni fisiche precarie, l'americana sconfigge la Muguruza e vince in Cina, mentre la giovane giapponese sorprende la Vekic e conquista il titolo in terra uzbeka.

News from WTA: la Williams trionfa a Wuhan, sorpresa Hibino a Tashkent
News from WTA: la Williams trionfa a Wuhan, sorpresa Hibino a Tashkent

Sono Venus Williams e Nao Hibino le vincitrici dei due eventi della settimana, per quanto riguarda il calendario WTA. La veterana statunitense si è aggiudicata il Wuhan Tennis Open della città cinese, mentre la giovane giapponese è andata a segno nel Tashkent Open, torneo disputato nella capitale uzbeka.

Partiamo dalla finale di Wuhan, che ha visto l'affermazione della Williams ai danni di Garbine Muguruza. La spagnola ha provato a brekkare per prima, ma ha subito l'immediata reazione da parte della più esperta avversaria, la quale ha prima pareggiato i conti e poi ha operato il sorpasso sul 4-2. E anche quando la finalista di Wimbledon 2015 ha tentato la reazione, Venus ha allungato nuovamente sul 5-3 e poi sul 6-3, approfittando anche di qualche problema fisico per la spagnola. Questi problemi si sono protratti anche in avvio di secondo set, durante il quale la Williams ha ottenuto due break nel primo e nel terzo gioco. Dopodichè, la Muguruza ha preferito alzare bandiera bianca, ritirandosi e consegnando il trofeo alla ex numero 1 del mondo.

Voliamo a Tashkent, dove Nao Hibino ha sconfitto in finale Donna Vekic. Ottima partenza da parte della giovane tennista nipponica, che ha brekkato in apertura e ha resistito ai tentativi della croata di riequilibrare il primo set; nel finale di parziale, la giapponese ha addirittura allungato con un altro break, chiudendo con il punteggio di 6-2. Il secondo set si è aperto allo stesso modo in cui è iniziato il primo, cioè con la Hibino che ha strappato il servizio alla Vekic, la quale ha poi sprecato un paio di chances per pareggiare. Nel quinto game è arrivato l'altro break da parte della nipponica, autrice di uno straordinario torneo in quel di Tashkent e capace di chiudere in bellezza, cioè con un altro 6-2.

WTA