WTA Doha, esame turco per la Vinci

Roberta sfida, al terzo turno, la Buyukakcay, ma soprattutto una condizione fisica non eccezionale.

WTA Doha, esame turco per la Vinci
WTA Doha, esame turco per la Vinci

L'eliminazione di Simona Halep e Angelique Kerber scuote il tabellone di Doha. Le prime due giocatrici al via salutano all'esordio per mano della cinese Saisai Zheng e della russa Vesnina. Un'apertura che nobilita la candidatura di altre protagoniste, attese oggi da un'ulteriore conferma.

Cinque incontri in programma sul Campo Centrale. L'incrocio n.6 tra la spagnola Suarez Navarro e la svizzera Bacsinszky è l'antipasto di una ricca giornata. Bilancio favorevole alla Suarez, ma a Beijing - nel 2015 - vittoria in tre della Bacsinszky, in una partita chiusa in tre set e di alto livello. 

A seguire, Petra Kvitova. Dopo un derby ceco di non semplice soluzione, intreccio con la Ostapenko. Agnieszka Radwanska - doppio 64 alla Bondarenko ieri - sfida la romena Niculescu nell'ultimo appuntamento della sessione diurna. 

Fuochi d'artificio in serata, con Garbine Muguruza che oppone la racchetta a Timea Babos, magiara fatale alla nostra Sara Errani. Al termine dell'incontro della Muguruza, spazio a Roberta Vinci. Due vittorie in Qatar, un passo avanti nella graduatoria mondiale. Agevole il primo punto con Lesia Tsurenko, di coraggio il secondo con la rampante Kasatkina. Un match di rimonta, di fatica e sudore, una lotta di campo e di testa, chiusa sulle gambe, senza energie, da campionessa. Sulla strada di Roberta la turca Cagla Buyukakcay - n.161 al mondo - 26enne di Adana. Primo confronto in carriera, un inedito che nasconde pericolose trappole. Dubbi, soprattutto, sul recupero dell'azzurra. 

Tre partite, invece, sul Campo n.1. Saisai Zheng insegue un'altra impresa con la canadese Bouchard, così come Elena Vesnina con la danese Wozniacki. A completare il lotto la teutonica Petkovic e l'americana Vandeweghe.  

WTA