WTA Norimberga, Vinci ok al terzo

L'azzurra parte bene, ma patisce il ritorno della Krejcikova. Il match si risolve al terzo, sorride Roberta.

WTA Norimberga, Vinci ok al terzo
WTA Norimberga, Vinci ok al terzo - Source: Alex Grimm/Bongarts

2h e 5 minuti di gioco, prima di un profondo respiro. Roberta Vinci stringe forte il pugno, cerca il consenso dell'angolo, raccoglie l'applauso del Centrale. A Norimberga un successo sofferto, al terzo set, con Barbora Krejcikova. Un'affermazione importante, perché utile a chiudere un percorso negativo. Dopo le battute d'arresto a Madrid e Roma, un punto di ripartenza per ri-acquistare certezze in vista del Roland Garros. La tarantina conquista il set d'apertura, grazie a un ottimo abbrivio, ma nel secondo non riesce a gestire il servizio e si espone a diverse cadute. La partita trova soluzione al terzo, con la Vinci che riesce, per prima, a mantenere la battuta. A seguire, l'allungo decisivo. 62 26 63.

La Vinci entra in campo con un buon atteggiamento. La percentuale di prime - nella fase iniziale - è alta e Roberta può distribuire agevolmente il suo gioco. Il break a zero nel secondo game certifica il primo allungo. La Krejcikova non riesce ad opporre resistenza e si ritrova in un battito di ciglia sotto 30. Da qui inizia una partita diversa, in cui ogni gioco regala grande equilibrio. Nel quinto, la Vinci deve rispondere a due palle break, prima di griffare il 41. Il break successivo conforta l'azzurra, ma non chiude il parziale, perché la Krejcikova, almeno in risposta, riesce a penetrare la difesa italiana. Roberta cade al termine di un game lottato, con occasioni da ambo le parti. L'epilogo poco dopo, terzo break tricolore, 62 Vinci. 

La ceca è però finalmente in partita, si assiste a un continuo botta e risposta, Roberta lascia il servizio e non riesce a replicare nel quarto gioco, quando la Krejcikova spegne le chances azzurre. 31 per la 20enne di Brno. Roberta prova ad aggrapparsi al parziale, ma nel settimo gioco - ai vantaggi - capitola nuovamente, mentre la Krejcikova cresce al servizio e trova punti rapidi che contribuiscono ad innalzare il livello di fiducia. 62 e terzo set. 

Nessuna delle due tenniste sembra in grado di prendere il comando, tanto che nei primi quattro giochi si assiste a quattro break. La Vinci mette la testa avanti nel quinto game, quando riesce a difendere la battuta e sale 32. Si tratta della svolta definitiva, la Krejcikova - 4/14 con la seconda - consegna le armi e favorisce l'assolo della tarantina. 52, con la Vinci che cancella l'opportunità di rientro. Una manciata di minuti ed è 63. Sofferenza e vittoria, carattere azzurro. 

Vinci - Krejcikova 62 26 63