Us Open 2016, si ferma subito Francesca Schiavone

La russa Kuznetsova si rivela decisamente superiore alla Leonessa, la quale è giunta molto probabilmente all'ultima apparizione a Flushing Meadows.

Us Open 2016, si ferma subito Francesca Schiavone
Us Open 2016, si ferma subito Francesca Schiavone

Si chiude già al primo turno l'avventura di Francesca Schiavone nell'edizione 2016 degli US Open. In quella che potrebbe essere la sua ultima apparizione a Flushing Meadows, la tennista milanese perde in maniera secca contro la russa Svetlana Kuznetsova, in un match tra veterane del circuito in cui l'azzurra non è riuscita a tenere il passo della testa di serie numero 9.

La partita inizia in maniera traumatica per una Schiavone che dà subito la dimostrazione di giocare ad un ritmo decisamente inferiore rispetto alla Kuznetsova. La russa, dal proprio canto, non vuole ritrovarsi ad avere a che fare con guai eccessivi, e schiaccia il piede sull'acceleratore: break nel primo e nel terzo game per la numero 9 del seeding, la quale si porta sul 4-0 nel giro di una manciata di minuti, e di fatto ipoteca il primo set. Francesca prova a trovare il ritmo giusto, quantomeno per prepararsi ad un secondo parziale all'altezza, ma nel frattempo c'è una Kuznetsova che mantiene il divario, per poi aumentarlo ancora nel settimo gioco, con un altro break che la porta a chiudere il set con il netto punteggio di 6-1.

Il secondo set si apre con una Schiavone più volitiva e aggressiva, e che già nel primo game riesce a brekkare e a guadagnare il primo vantaggio dall'inizio della partita. Ma la Kuznetsova non vuole concedere neanche un briciolo di gloria alla sua avversaria, e nel giro di pochi minuti spegne le residue speranza della tennista italiana. Break nel secondo e nel quarto game per la russa, la quale pone un'altra ipoteca decisamente pesante sulla partita, andando a trovarsi sul 4-1 in poco tempo e dando l'impressione di versare in ottime condizioni di forma. La Schiavone sparisce poco per volta dal campo, la profondità e la pesantezza dei colpi dei tempi belli sembrano essere ormai ricordi lontani, e così la partita se ne va con un 6-2 che dimostra in maniera chiara la differenza di valori sul campo di Flushing Meadows.

WTA